MASSAGGIATORI CON REGIME DEI MINIMI: TASSAZIONE DEL 60% CON PRIMA DICHIARAZIONE DEI REDDITI

Se sei massaggiatore o comunque operatore del benessere e hai aperto partita iva con regime ex minimi l’anno scorso, ti ritroverai quest’anno a dover dichiarare i tuoi redditi. Quindi a fare la tua prima denuncia dei redditi con relativo calcolo delle tasse da pagare (INPS e IRPEF RIDOTTA AL 5%).

Però forse non lo sai ma la prima tassazione è molto ma molto onerosa per chi ha il regime dei minimi, perchè il sistema italiano funziona con il sistema ACCONTO E SALDO.

Quando fai la prima dichiarazione dei redditi, non versi l’acconto, ma subito il saldo del 2014 ( 100% tassazione). Però vai anche a pagare durante l’anno (entro la fine del 2015) l’acconto per il 2015, cioè vai a pagare nuovamente lo stesso importo delle tasse.

Poi quando farai la dichiarazione dei redditi del 2016, si calcolerà il totale (saldo) e visto che avrai già versato acconti, procederai a versare la rimanenza (se c’è, se invece sei a credito e hai versato più di quanto dovevi le tasse vengono accantonate per l’acconto successivo).

Quindi, morale della favola, se tu hai dichiarato 10.000 euro di netto per il 2014, ti ritrovi a pagare circa 3200 € di tasse per il 2014 ( e siamo al 34%), ma ti ritrovi anche subito l’acconto del 100% per il 2015! E quindi dovrai versare ulteriori 3200 €.

Ti ritrovi così a versare 6400 € tutte in un anno. Solo nell’anno successivo, quindi nel 2016 ti “normalizzerai”, cioè andrai a versare circa il 30% di tasse, perchè avrai versato il primo acconto e quindi il saldo non sarà più una mazzata.

E’ importante quindi capire che la prima tassazione di un libero professionista o impresa del benessere col regime dei minimi, è molto alta, e si aggira intorno al 60%.

Fatti trovare preparato/a! E speriamo assolutamente che le cose cambino in meglio a livello fiscale!

Grazie

Massaggi & Lavoro

QUESTO ARGOMENTO, LO SPIEGHIAMO MOLTO DETTAGLIATAMENTE NEL NOSTRO CORSO UNICO IN ITALIA: COME APRIRE UN’ATTIVITA’ DI MASSAGGI BENESSERE NEL 2016-IL MASSAGGIATORE PROFESSIONISTA. 

ANCHE IN VERSIONE CARTACEA CHE PUOI AVERE A CASA TUA IN 48 ORE DA ADESSO

ebook-03cover tridimensionale

LEGGI UN’ANTEPRIMA GRATUITA QUI

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Marcello ha detto:

    Fa molto piacere ricevere le vostre newsletter , sopratutto perché mi tenete costantemente aggiornato sul mondo fiscale del pianeta massaggi . Un mondo veramente in continua evoluzione. State facendo un lavoro coi fiocchi!!! Vi ringrazio moltissimo!!

  1. 2 Febbraio 2016

    […] Come sappiamo, i primi di Gennaio 2015, era scattato l’aumento dal 27,72% al 30,72%, ma almeno per il 2015, l’aliquota rimane al 27,72% per tutti i liberi professionisti, quindi anche per i massaggiatori […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × quattro =