fbpx

MICROCREDITO 2015 PER PROFESSIONISTI DEL BENESSERE: LA SITUAZIONE

Come siamo messi a Luglio 2015, con lo stanziamento dei 40 milioni di euro che lo Stato ha destinato alle imprese e liberi professionisti che hanno bisogno di liquidità, ma senza garanzie reali da presentare ( ipoteche, fidejussioni) ?

Come è ormai noto, il 27 Maggio 2015, è stata aperta la possibilità online, sul sito dei Fondi di Garanzia, la possibilità di prenotare la garanzia da presentare alla banca, per richiedere fino a 25.000 €. Di questi, lo Stato stesso si fa garante dell’80% quindi l’impresa o il libero professionista (anche del benessere), in effetti può essere tutelato fino all’80% senza alcuna garanzia reale (ipoteca,fidejussione).

Un’ottima iniziativa che però fin dall’inizio, per i professionisti del benessere, si è rivelata subito piena di ostacoli.

Ora sembra essercene uno per tutti i professionisti: le banche che accettano la garanzia prenotata dall’impresa/libero professionista, nonostante si espongono solo per il 20%, non sembrano tanto propense a concedere questi finanziamenti, senza contare proprio il fatto che, prima volta in Italia, dell’importo richiesto 4/5 lo da direttamente lo Stato Italiano!

Quindi meno rischi per le banche che, nonostante questo, stanno rallentando moltissimo le concessioni dei finanziamenti, anche per gli aspiranti operatori di massaggi benessere professionisti!

Secondo alcune testate giornalistiche, durante il Festival del Lavoro dove hanno partecipato i Consulenti Del Lavoro italiani, è stato fatto un punto della situazione che ha chiaramente mostrato come ci siano state dal 27 Maggio 2015 (giorno di apertura), oltre 9000 prenotazioni online di professionisti, e di queste oltre 6000 sono scadute perchè tantissime banche ancora non sanno come muoversi.

In linea di massimo sono solo 20 in tutta Italia, le richieste che sono in procinto di andare a buon fine ( garanzie prenotate, richiesta al fondo del prestito da parte di una banca e quindi in attesa di esito).

Ci sembra un po poco.

Seguiremo bene questi sviluppi, ora siamo ancora in alto mare col microcredito ma speriamo in buone nuove così che sapremo consigliare bene ogni professionista del benessere che vuole seriamente provare a richiedere un finanziamento per rimanere a galla o riprendere a correre nuovamente con vendite e aumento di fatturato, sconfiggendo la crisi.

Intanto vi possiamo dare qualche linea guida per prenotare la garanzia gratuitamente (scade dopo 5 giorni e potete richiederne un’altra subito dopo che è scaduta la prima o comunque la precedente).

1) trovare una banca che sia disposta a collegarsi col fondo per prenotare la garanzia che gli porterai, ed entro 5 giorni o comunque pochi giorni. Ci teniamo a precisare che sul sito WWW.FONDIDIGARANZIA.IT c’è un link che rimanda all’elenco delle banche italiane che hanno EFFETTUATO ALMENO UNA PRENOTAZIONE. Confidate in quelle per non perdere tempo. Anche i grandi gruppi come Unicredit si stanno muovendo.

2) A questo punto sempre sul sito WWW.FONDIDIGARANZIA.IT registratevi e inserite la richiesta per ottenere gratuitamente e immediatamente la garanzia. Stampatela e portatela il banca. Cercate inoltre fra i link L’ALLEGATO 4, un file in pdf composto da 9 pagine che deve essere compilato. Se non capisci qualcosa contattaci e ti aiuteremo a compilarlo, anche se può darti una mano qualsiasi consulente del lavoro, che capisce il linguaggio tecnico bancario (de minimis, agevolato,pos etc.)

3) Vai in banca con prenotazione garanzia, allegato 4 correttamente compilato, firmato e timbrato col tuo timbro aziendale, e altra documentazione come certificato attribuzione partita iva, iscrizione camera di commercio, fotocopia fronte-retro di un tuo documento. Loro ti confermeranno la prenotazione. Ciò non implica che è sicuro che ti passeranno un finanziamento, ma per lo meno la garanzia sarà prenotata e non dovrai stamparne un’altra.

4) A questo punto segui l’evoluzione della situazione e speriamo che la banca non ti chieda garanzie reali di spessore: loro si espongono solo per il 20%, anche se hanno comunque la possibilità di decidere qualsiasi cosa, visto che la banca ha l’ultima parola. Quindi al massimo ti dovrebbero chiedere una garanzia reale solo per 1/4 dell’importo dell’intero finanziamento. Se chiedi 25.000,00 € allora al massimo, dovrebbero chiederti una garanzia reale per 5000 €.

Ci aggiorniamo, se hai domande o vuoi esporre la tua testimonianza per il bene comune allora lascia un commento, te ne saremo grati.

Massaggi & Lavoro.

 

QUESTO ARGOMENTO, LO SPIEGHIAMO MOLTO DETTAGLIATAMENTE NEL NOSTRO MANUALE + DISPENSA: BUSINESS PLAN MASSAGE, IL PROGRAMMA PERFETTO PER LA TUA ATTIVITA’ DI MASSAGGI. A CASA TUA IN 48 ORE DA ADESSO, ANCHE IN CONTRASSEGNO

ebook-06

LEGGI UN’ANTEPRIMA GRATUITA QUI

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Daniela ha detto:

    Fatto tutto, in 60 giorni della validità del ticket non siamo riusciti a trovare una Banca erogatrice. Tutte fanno mille problemi. La maggior parte propongono un loro finanziamento da 25 mila € , naturalmente chiedendo stragaranzie, casa compresa. La solita situazione italiana che se ne va in vacca!

    • Massaggi e Lavoro ha detto:

      hai perfettamente ragione! Moltissimi hanno riscontrato lo stesso problema. E’ incredibile. Nonostante l’80% dell’importo richiesto, è garantito dallo stato e non deve essere sottoposto a garanzie, le banche la fanno da padroni. sul 20% rimamente chiedono garanzie esorbitanti. Se una persona chide 25000 euro, significa che solo su 5000 euro possono chiedere garanzie, i 20.000 euro infatti li da il fondo di garanzia. E su 5000 euro chiedono ipoteche o altro a volte. Non esiste. Si sono già attivati tanti, anche l’ordine dei consulenti del lavoro, quindi confidiamo in un risvolto positivo nelle prossime settimane!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + venti =