fbpx

LAVORARE COI MASSAGGI IN PROPRIO: TUTTI GLI STRUMENTI DELL’OPERATORE OLISTICO PROFESSIONISTA

In questo articolo andiamo ad elencare per bene tutti gli strumenti che deve avere un ottimo operatore olistico professionista. Quindi un operatore che decide di mettersi in proprio e lavorare a domicilio o collaborando con le strutture:
1-partita iva: con codice ateco 96.09.09.L’apertura della partita iva è assolutamente gratuita,ma sappi che nel momento in cui la apri cominci ad esistere per il fisco,quindi sii sicuro al 100% di poter lavorare con i massaggi prima di aprirla,quindi sii sicuro che avrai una buona fetta di potenziali clienti. Sii sicuro che lavorerai subito insomma.
2-iscrizione alla gestione separata inps. Anche questa gratuita (solo all’inizio ovviamente).
3-biglietti da visita: qui puoi sbizzarrirti in tema di coloro e immagini. L’importante è che ti ricordi di mettere per iscritto su di esso:il servizio che offri
il tuo nome e cognome ,
il numero della tua partita iva,
il tuo numero di cellulare,
eventualmente l’url del tuo sito web con tanto di indirizzo email.
4-lettino di massaggi: ce ne sono di diversi tipi come anche tu saprai: in legno, in acciaio più o meno lunghi, più o meno imbottiti ecc.. Se ne trovano di tutti i tipi ormai,sceglilo in base al tuo gusto e ai tipi di massaggi che effettui. L’importante è che controlli il suo stato in continuazione, per scovare eventuali difetti e usure. Anche perché il lettino deve garantire sempre la massima affidabilità e sicurezza per il cliente.
5-assicurazione di responsabilità civile per operatori olistici: questa puoi farla in maniera privata o presso una delle tante associazioni (come ad esempio il C.O.N.A.C.R.E.I.S.). e ti tutelerà per eventuali responsabilità civile tue verso terzi (i clienti).
6-assistenza legale continua: in poche parole devi aver un avvocato di fiducia, che ti spiegherà per bene come far compilare la scheda conoscitiva al cliente e ti assisterà legalmente su ogni evenienza.
7-assistenza fiscale: quindi di un commercialista che ti aggiornerà e ti spiegherà per bene la questione relativa alla fatturazione,al pagamento dei contributi inps e di altre tasse.
8-una bella divisa personalizzata: che ti identifichi e ti faccia sentire professionale.
9-eventuali olii se tu faccia massaggi che ne richiedono spesso l’uso.
10-registro dei corrispettivi: se ce ne sarà bisogno ti servirà anche questo,per annotare per bene il totale in euro delle ricevute fiscali (o fatture) giornaliere che rilascerai
11-blocchetti delle fatture con tanto di timbro a inchiostro contenente i tuoi dati della’’attività (nome cognome,numero partita iva ecc..).
12-penna: eh si ovviamente ti servirà anche questa,sia per compilare le ricevute fiscali, sia per compilare la scheda conoscitiva.
13-n mezzo di trasporto: e con questo dico macchina o ciclomotore o bici. Se stai in una situazione che ti permette di usare solo mezzi di trasporto pubblici, allora cerca di trovare una soluzione economica e facile: un abbonamento annuale per esempio.
Questi a mio avviso sono le cose che deve avere un buon operatore. Se per caso pensi che me ne sia scordata qualcuna allora sarei molto contento che commentassi aggiungendo quello che vuoi!

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Staff ha detto:

    i massaggi olistici non sappiamo se siano congrui fiscalmente con l’attività da lei esposta. Anche perchè sembrano 2 cose totalmente differenti,ma per qualsiasi cosa può chiedere al suo commercialista ok? Grazie mille

  2. Anonymous ha detto:

    SALVE , HO APERTO P.IVA COME P.TRAINER COD.= 855100 (CORSI SPORTIVI E RICREATIVI)

    1) A CHI DEVO RIVOLGERMI PER SAPERE SE POSSO APRIRE LEGALMENTE UN STUDIO PRIVATO??

    2) E QUINDI ATTIVARE NEL MIO STUDIO ANCHE LA POSSIBILITA’ DI FATTURARE MASSAGGI OLISTICI??

    GRAZIE.
    G.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 3 =